Le vitamine del latte

Le vitamine sono nutrimenti che non apportano calorie. Sono indispensabili al buon funzionamento dell’organismo ma il nostro corpo non è in grado di produrle (salvo qualche rara eccezione come la vitamina D per esempio).

Si devono quindi assumere con l’alimentazione. Il bisogno di vitamine varia in base all’età, al sesso e alle nostre abitudini.

Esistono 2 tipi di vitamine: quelle solubili nell’acqua, dette idrosolubili, e quelle solubili nelle materie grasse, dette liposolubili.

Nel latte ci sono entrambi i tipi: idrosolubili (vitamine B2 e B12) e liposolubili (vitamina A).

La vitamina A

E’ importantissima per la vista, aiuta l’occhio ad adattarsi al buio.

La si trova principalmente nei prodotti di origine animale come il latte e i latticini, le uova e il pesce. Viene assorbita a livello intestinale e poi trasportata alle cellule.

Da studi specifici si è notato che è legata alla materia grassa del latte, con la scrematura la quantità presente nell’alimento si riduce.

  • Il latte intero contiene 40 µg di vitamina A per 100 ml
  • Il latte parzialmente scremato ne contiene 18,5µg per 100 ml
  • Il latte scremato contiene solo tracce

Le vitamine del gruppo B

Come tutte le vitamine, la B2 ha un ruolo ben specifico nell’organismo. Permette la trasformazione degli zuccheri in energia, interviene nella digestione dei lipidi e protegge inoltre il sistema nervoso e delle mucose.

La vitamina B12 è naturalmente presente negli alimenti di origine animale come uova, frattaglie, carne, pollame, lievito di birra, latte e latticini. In particolare agisce nella formazione dei globuli rossi e sulla divisione cellulare.

La vitamina D

La vitamina D è una vitamina liposolubile che ha un ruolo fondamentale nell’assorbimento del calcio ed interviene nella formazione delle ossa.

La maggior parte della vitamina D è prodotta dalla nostra pelle grazie all’azione del sole. Un’alimentazione equilibrata ed una esposizione al sole (con testa e braccia nude) di circa 15 minuti al giorno sono sufficienti a coprire il nostro bisogno quotidiano. Una piccola parte di vitamina D è invece fornita dall’alimentazione. La si trova nel pesce e nelle uova. Nel latte invece se ne trovano solo tracce, ecco perché in alcuni tipi di latte viene aggiunta.